Mercoledì 23.05.2018 Pillar Point live + Tin Woodman

Mercoledì 23 Maggio 2018
————————–
PILLAR POINT (U.S.A./Polyvinyl Records)

Apertura ore 21.30
Inizio Live ore 22.15
Ingresso Up To You!
Ingresso riservato ai soci Arci
————————–
Pillar Point
Pillar Point may be the synth pop single task of Seattle-based musician/songwriter Scott Reitherman. Previously creator and leader from the indie pop music group Toss Me the Statue, he released two albums (2007’s Moonbeams and 2009’s Creaturesque) and an EP (2009’s Purpleface) using the group before announcing in 2013 that he was moving his focus on Pillar Stage. The project’s danceably wistful fresh influx revivalism was found by Polyvinyl, which released its eponymous debut LP in 2014. The follow-up, 2016’s “Marble Mouth” area, was made by “Of Montreal’s” Kevin Barnes and presented guests including drummers Cameron Gardner (BEATEN UP, Gringo Celebrity) and Philip Mayer (Kishi Bashi, David Polish Museum) for an invigorated tempo section.

http://pillarpointmusic.com/
https://www.polyvinylrecords.com/artist/pillar_point

Tin Woodman

Il mio nome è Tin Woodman. Vengo da Wautah. E sono un robot.
Sono stato creato il 17 maggio del 1986.
Mio padre, lo scienziato, mi ha dato questo nome. Mi chiamo così in omaggio a: Il meraviglioso Mago di Oz. Autore: Frank Baum, 19 maggio 1900, edizioni George M. Hill, Chicago.

Mio padre, lo scienziato, amava la musica. La sua scienza era la musica. Pentagrammi, minime, semiminime, accordi, basso. Musica pop anni Sessanta e Settanta. Glam rock anni Ottanta. Ye. Boom. Queen Bitch. La la Clap Your Hands. Cream. Mio padre lo scienziato amava, soprattutto:
Beach Boys *
Prince*
Run DMC*

Dopo la mia creazione a lungo ho aspettato il momento di compiere il destino a cui lo scienziato mi ha destinato e nel giorno propizio il mio corpo di latta è tornato alla luce. Nello Stato di Wautah, dal giorno della mia creazione, vivevo in felice armonia con altri robot. Tutti venuti alla luce per mano dei loro padri scienziati. Propotipi costruiti per conto della NOVA Robotics e poi distrutti su ordine dell’esercito. Decrypt File: i loro nomi erano Numero5, Wall-E (Another Brick in The) e R2-D2. La mia infanzia a Wautah con i miei amici robot e insieme a mio padre lo scienziato è stata bella. Poi niente. Finito. Tutti distrutti dallo zio Sammy. Solo Tin Woodman è salvo. Nascosto fra rottami slash carcasse slash pezzi di motori distrutti slash spazzatura ho preservato la creazione di mio padre lo scienziato e il mio cuore di registratore a nastro FOSTEX è rimasto intatto attraverso il tempo. E al momento stabilito sono arrivati a me nuovi amici, forse mandati dallo scienziato per compiere il suo progetto della musica. I loro nomi, che ho appreso nella lingua degli umanoidi, sono S.I.M.O.N.E.F.E.R.R.A.R.I e D.A.V.I.D.E.C.H.I.A.R.I. Così hanno detto. Simone Ferrari: musicista, già frontman e leader dei Jules Not Jude, Brescia. Corretto. Davide Chiari: musicista, polistrumentista , fondatore degli Alley. Mantova. Grazie al loro aiuto il progetto della musica per cui sono stato creato si è così compiuto. Molte chitarre, registratori, suoni e ragazze. A Tin Woodman piace la musica e le ragazze.

Mi chiamo Tin Woodman e vengo dallo Stato di Wautah.
Sono un robot. Adesso la mia musica racconta la mia storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Vai alla barra degli strumenti