A PLACE TO BURY STRANGERS + ORNAMENTS live@Mattatoio Culture Club

922910_499568133549092_4479889082390145534_n

Link prevendite:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-a-place-to-bury-strangers-ornaments-livemattatoio-culture-club-20076269663

Giovedì 24 Marzo 2016

A PLACE TO BURY STRANGERS
(U.S.A/Dead Oceans Records)
————————–—————
Apertura ore 21.00
Inizio live ore 22.15
Ingresso in prevendita 15 euro + d.p. (link sopra)
Ingresso alla porta 18 euro
Ingresso riservato ai soci Arci
————————–—————
IL SUCCESSO DEL NUOVO ALBUM DEGLI A PLACE TO BURY STRANGERS E’ INARRESTABILE, E LI PORTA IN ITALIA PER IL LORO QUARTO TOUR!

Torna in Italia la band più rumorosa di New York e, dopo quattro album e numerosi EP, si appresta a presentare un lavoro totalmente nuovo.
Sorti dalla scena indipendente di New York, che si è conglomerata intorno agli ormai celebri locali della Bowery su Manhattan e di Williamsburg a Brooklyn, e che negli uffici della Death By Audio ha la propria mecca. Oliver Ackermann fondatore e leader degli A Place to Bury Strangers, è proprio il gran capo della Death By Audio, un locale sì, ma anche una ditta che produce pedaliere ed effetti per chitarre, usati da tutte le più importanti band mondiali, come gli U2 e i Nine Inch Nails.

E’ proprio da questa fonte di ispirazione che nascono gli A Place to Bury Strangers: la loro musica è un’ ondata travolgente che ha conquistato negli anni centinaia di fan in tutto il mondo, tour dopo tour, disco dopo disco. Il loro suono, che incarna lo spirito nichilistico e live della band, merita davvero di essere vissuto dal vivo, contro l’appiattimento globale di questi anni X. Sudore, rumore, caos, luci abbaglianti: come disse una volta un giornalista, assistere ad un concerto degli A Place to Bury Strangers: “…è come infilarsi a piena velocità nella nebbia, abbaglianti sparati, dritti, verso l’esplosione finale”.

INFO:
http://deadoceans.com/artist.php?name=aplacetoburystrangers

https://aplacetoburystrangers.bandcamp.com/

Opening:
ORNAMENTS (ITA/Tannen Records/Sanguedischi Records-Blinde Proteus)

Pulsa. Respira. Batte. Vive. Il cuore e la vita, il soffio e il sangue. L’uomo, l’animale e infine, l’anima. Un viaggio antico come il mondo, esoterico, spirituale, filosofico e vivifico, un viaggio che parte dall’uomo e nell’uomo entra in una nuova dimensione. Sei anni di ricerca, di sperimentazioni in studio e dal vivo e poi il momento di “Pneumologic”, che pone gli Ornaments al centro della scena “spiritual drone core” europea. Se il viaggio degli Earth e degli OM ha riguardato la spiritualità come elevazione verso il trascendente, se il percorso dei Sunn O)) ha esplorato gli abissi dell’animo umano e il lato oscuro della mente, gli Ornaments debuttano con un disco che è la summa teorica dell’essenza della vita. Alessandro Zanotti e Davide Gherardi (The Death Of Anna Karina), Enrico Baraldi (Nicker Hill Orchestra) e Riccardo Bringhenti (Workout, Ungar Trio, Welch, 7 Note In Nero) sin dal loro esordio hanno elaborato un suono che fondesse le geometrie del post rock con le profondità doom metal e le suggestioni prog: era questo il tema portante del loro demo autoprodotto, venduto solo ai concerti e distribuito in mille copie.

Oggi, impreziosito dal concept pittorico di Luca Zampriolo e prodotto da Andrea Sologni all’Igloo Audio Factory di Correggio (RE), Pneumologic è la perfezione di quel concetto: dall’elegia tribal core di “Pulse” al continuo gioco di chiaroscuri apocaliptic folk di “Spirit”, al finale trascendente de “L’ora del Corpo Spaccato”, disperata invocazione di morte e resurrezione, liberazione finale dello spirito dal pneuma (…l’istinto fa si che la nuca ricada all’indietro, per rendere libero il tubo trachea….le braccia si staccano l’una dall’altra e si può respirare…) gli Ornaments dimostrano come, dopo il canto dell’apocalisse dei Neurosis, l’uomo rinato dalle ceneri possa ricostruire la propria esperienza sul sé e sul proprio spirito guida. C’è vita dopo l’hardcore visionario degli Isis. Una nuova esistenza: il soffio di vita che arriva dal Pneuma degli Ornaments.
www.ornamentsmusic.com
www.tannenrecords.com
www.audioglobe.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.