THREELAKES “New Album Release” Live@Mattatoio Culture Club

12651146_484098171762755_4425624624835982141_n

SABATO 5.03.2016
————————–
Apertura ore 21.30
Inizio Live ore 22.30
A seguire DJSET
Ingresso 3 euro con tessera Arci
————————–
THREELAKES (ITA/Upupa Produzioni)
FOLK THE CASBAH new album release

“Un pomeriggio di settembre, quelli un po’ bui un po’ luminosi, dove le foglie iniziano a cadere in barba a quelle ancora attaccate alla loro estate. Un pomeriggio dove il tramonto entra in camera dalle persiane socchiuse verso le sei. Un pomeriggio dove il ghiaccio nel bicchiere inizia a sciogliersi e a diventare un tè caldo. Vesto ancora in maglietta perché, a dispetto del calendario, le temperature sono ancora gradevoli.
Mi sono sposato poco più di due mesi fa. Ho messo piede in uncontinente che non avevo mai visitato e versato un’altra goccia di colla per unificare il mondo in una mia pangea immaginaria.
Mia moglie è nell’altra stanza ed io come al solito strimpello la mia chitarra. Cerco suoni cupi, canto una piccola melodia e le mie dita viaggiano lente su questo scintillante binario di palissandro. La voce si fa grave, tento di togliere frammenti e creare uno spazio al silenzio che ormai considero una parte fondamentale della musica.
Lei si affaccia dalla porta e con voce gentile dice: “mi piace. Mi ricorda quando hai iniziato a scrivere canzoni come Threelakes. Mi ricorda la tua distanza. Una distanza non nello spazio ma nella profondità.”

Da War Tales sono stato parecchio in giro con persone che sono diventate piano piano una seconda famiglia. Musicisti che hanno riempito le ore tra un palco e l’altro. Un pubblico che mi ha sempre avvolto in un abbraccio consolatorio e che mi ha dato una spalla su cui versare le mie lacrime. Persone che mi hanno saputo consigliare e che tutt’ora ascolto e ammiro ed altre che forse sarebbe stato meglio non conoscere mai.

Riesco a malapena a vedere i miei stivali che calpestano queste logore assi di legno. Una soffusa luce rossa illumina la distanza tra la mia bocca ed il microfono.
Prima di uscire di casa ho fato in modo di pettinarmi i capelli all’indietro e li ho fissati con la brillantina. Ho pulito le lenti dei miei occhiali con un panno antistatico arancione e ad ogni colpo ne controllavo minuziosamente il risultato controluce. Mi sono messo una camicia chiara e l’ho rimboccata nei pantaloni. Indosso una giacca pesante. È il 28 Novembre ormai.
Ripasso mentalmente quello che dicono le canzoni. Tento di rivivere strofa per strofa le emozioni dei protagonisti mentre mi scaldo le mani sfregandole energicamente. Ho salutato i miei amici all’ingresso.
Accordo la chitarra nel rumore di sedie che si muovono e di passi che si fermano.
Mi preparo alla prima nota dopo un cenno di assenso al fonico.
Ecco la mia vita.
Questo disco è il mio applauso a tutti voi.”

Luca Righi aka Threelakes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.